DRIFFest 2024 a Bari

driffest 2024 a Bari

Hai mai sentito parlare del DRIFFest? No? Allora hai proprio bisogno di leggere questo articolo!

Torna, con la sua XV edizione, l’unico festival del Sud Italia che associa i libri e i film ai temi sociali: il festival Del Racconto, il Film (DRIFFest). Dall’11 giugno al 27 luglio, non perderti i 27 appuntamenti tra Bari, Giovinazzo, Sannicandro di Bari e Mola di Bari. Inoltre, si terranno anche 4 esclusivi incontri nelle carceri di Trani e Turi.

Sotto la direzione artistica di Giancarlo Visitilli e con il sostegno della Cooperativa Sociale I Bambini di Truffaut, il festival si propone di andare in strada tra la gente. Offrire gratuitamente alle persone uno spazio aperto e libero per il confronto e la riflessione: questo è il suo obiettivo. Infatti, permette, a chiunque lo voglia, di incontrare chi il cinema lo vive ogni giorno e chi i libri li scrive assiduamente. Il DRIFFest è convinto che l’unico modo per cambiare il mondo è incontrarsi e nutrirsi di cultura.

Tuttavia, i protagonisti saranno chi i disagi e i problemi sociali li guarda dall’interno: gli educatori sociali, gli psicologi e gli assistenti sociali. È con loro che si affronteranno le tematiche più ostiche: il disagio sociale, le famiglie, la diversità, la guerra e l’orgoglio femminista.

DRIFFest 2024 a Bari

APPUNTAMENTI DA NON PERDERE

L’11 giugno, ad aprire il Festival è stata la scrittrice Romana Petri, a Mola, con il suo romanzo struggente “Tutto su di noi”: un viaggio in una famiglia malata. Ad accompagnarla, la drammaturga siciliana Emma Dante con la sua terza regia, Misericordia: un racconto sulla fragilità delle donne.

Invece, la serata conclusiva del DRIFFest, la Notte Bianca del Cinema&Letteratura di Puglia, si terrà il 27 luglio a Sannicandro e sarà dedicata alla speranza. Per l’occasione, tornano Matteo B. Bianchi, stavolta con il suo romanzo “Generations of love”, e l’attore e regista Marco D’Amore, autore di Caracas. Ma vediamo insieme alcuni degli appuntamenti più interessanti di questo DRIFFest 2024 a Bari.

Il 3 luglio, il DRIFFest approderà a Mola con le riflessioni del filologo Luciano Canfora (“Il fascismo non è mai morto”). Quest’ultimo si confronterà con il magistrato Nicola Colaianni e il serbo Vladimir Perisic, regista di “Lost Country“, proiettato al DRIFF in anteprima per il Sud Italia.

Il 12 luglio, a Bari si discuterà del libro “Il ritorno è lontano” della scrittrice Alessandra Sarchi: il desiderio di maternità e il senso inadeguatezza di una donna alle prese con l’affido di un bambino. Nella stessa serata sarà proiettato il dramma tedesco “La sala professori” del regista İlker Çatak, candidato all’Oscar al miglior film in lingua straniera nel 2024.

Il 16-17 luglio, prima nella Casa circondariale di Trani e poi a Sannicandro, si parlerà di infanzia e adolescenza con il film “Piano Piano” del regista e sceneggiatore Nicola Prosatore. Quest’ultimo sarà accompagnato da Antonia Truppo, due volte David di Donatello, e Antonio De Matteo, uno dei volti più amati della serie “Mare Fuori“. Quella sera, Del Racconto, la Vita (violata)accoglierà anche lo scrittore barese Andrea Piva, autore de “La ragazza eterna”.

Il 18 luglio, il DRIFFest si sposterà a Giovinazzo, con “L’anima in pace” del regista Ciro Formisano, ambientato in un duro quartiere di periferia. La serata sarà dedicata anche alle ipocrisie della provincia italiana, esaminate con “Una banda di scemi” dello scrittore, vignettista e autore teatrale, Amleto De Silva, a colloquio con l’avvocato e candidato a sindaco di Bari, Michele Laforgia.

Il 19 luglio, ancora a Mola, con la cantautrice e attrice Margherita Vicario che accompagnerà il pubblico nella visione del suo inno alla libertà femminile in musica “Gloria!“. Sarà preceduta dalla presentazione del romanzo “Scuola di solitudine”, la vita dietro di sé svelata dallo scrittore italiano Crocifisso Dentello.

Il 20 luglio, a Bari, in collaborazione con Libera Puglia: Del Racconto, La realtà (non finzione). Sarà una serata che accenderà i riflettori sulla deriva della politica grazie all’acclamato romanzo “Il gregge” dello scrittore foggiano Davide Grittani. Presiederanno come ospiti anche don Angelo Cassano, referente regionale di Libera e il magistrato Nicola Colaianni.

Il 25 luglio, nuovamente a Bari, Nicoletta Verna parlerà della prevaricazione maschile, ma anche dell’inesauribile fiducia nell’essere umano, con il suo libro “I giorni di vetro“. A seguire, si darà spazio alla distopia politica condita di femminicidi de “Il mangiafemmine” dell’attore e scrittore Giulio Cavalli.

Questi sono solo alcuni degli eventi specialissimi di questa edizione. Per scoprire il programma completo e restare aggiornato su tutti gli appuntamenti, visita la pagina Facebook del Festival: DRIFFest 2024 – Programma.

programma driffest 2024 a Bari

Si precisa, anche, che il DRIFFest 2024 è stato supportato da Regione Puglia, da Apulia Film Commission e dai Comuni di Bari, Giovinazzo, Mola di Bari e Sannicandro di Bari. Inoltre, rende unico questo evento anche la collaborazione con le Carceri di Trani e Turi. In ultimo, è importante sottolineare anche il supporto dell’ufficio Garante dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale e del Teatro Pubblico Pugliese.

A questo punto, non vi resta che scegliere uno o più appuntamenti di vostro gradimento. Se non lo farete, vi assicuro che ve ne pentirete. Ma quando vi ricapita di vedere due mondi vicini ma distanti, Cinema e Letteratura, che si uniscono per smuovere qualcosa nella società? Chi lo sa, forse riusciranno a smuovere e lasciare qualcosa anche dentro di Te.

Visita Bari e non perderti eventi culturale di importanza internazionale, come questo.